colostro

  • Che cos'è il colostro? Fa bene al mio bambino in qualche modo?

    Il colostro è il primo latte che il tuo seno producenei primi giorni di allattamento. Questo latte speciale è povero di grassi e ricco di carboidrati, proteine e anticorpi per aiutare tuo figlio a mantenersi sano. È estremamente facile da digerire e dunque è il cibo perfetto per il tuo bambino. È scarso in quantità ma di elevato contenuto nutrizionale per il neonato. Il colostro ha un effetto lassativo sul bambino: aiutandolo ad eliminare le prime feci, contribuisce all'espulsione dell'eccesso di bilirubina ed aiuta a prevenire l'ittero.

    Se allatti il tuo bambino precocemente e spesso, il tuo seno comincerà a produrre latte maturo verso il terzo o quarto giorno dopo la nascita. Il tuo latte poi aumenterà in quantità e comincerà ad apparire più liquido e di colore più chiaro. In questi primissimi giorni è molto importante allattare il neonato a richiesta e spesso (in genere 9 - 12 volte nelle 24 ore). Questo permette a tuo figlio di ricevere tutti i benefici del colostro e di stimolare la produzione di un'abbondante quantità di latte maturo. L'allattamento frequente inoltre previene l'ingorgo.

    Il tuo colostro forniscenon solo un nutrimento perfetto su misura per le esigenze del neonato ma anche una grande quantità di cellule vive,globuli bianchi protettivi in grado di distruggere batteri e virus che causano malattie. La concentrazione di fattori immunitari è molto più alta nel colostro che nel latte maturo. Il colostro funziona in realtà come un vaccino naturale e sicuro al 100%. Contiene notevoli quantità di un anticorpo chiamato immunoglobulina secretoria A (IgA), una sostanza “nuova” per il neonato. Prima di nascere il tuo bambino ha ricevuto i benefici di un altro anticorpo, chiamato IgG, attraverso la placenta. Le IgG funzionavano attraverso il sistema circolatorio del bambino, ma le IgA lo proteggono nelle parti del suo corpo che sono più soggette all'attacco dei germi, come le membrane mucose della gola, dei polmoni e dell'intestino. Il colostro in particolare gioca un ruolo molto importante nel tratto gastrointestinale del bambino. Gli intestini di un neonato sono molto permeabili: il colostro “sigilla” le pareti rivestendo come una vernice il tratto gastrointestinale, con una barriera che previene al massimo la penetrazione di sostanze estranee e l’eventuale sensibilizzazione del bambino a cibi mangiati dalla madre.

    Più tardi, quando starai producendo latte maturo per il bambino, la concentrazione di anticorpi nel latte sarà minore, ma il tuo bambino prenderà quantità maggiori di latte, pertanto la sua copertura immunitaria resterà adeguata.

    Le proprietà immunitarie del latte materno non scompaiono con il colostro. Infatti, più a lungo il tuo bambino riceverà il tuo latte, maggiore protezione immunologica avrà contro molti e diversi virus e batteri.

    Puoi approfondire questo argomento contattando una Consulente de La Leche League e consultando le pubblicazioni de La Leche League, reperibili presso le Consulenti o scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Come posso sapere se il mio bambino riceve abbastanza latte?

    Questa è una delle domande che le mamme ci rivolgono più spesso.

    È comprensibile, dal momento che il seno non è trasparente e non è dotato di finestrelle graduate, fortunatamente però ci sono altri segnali che ci possono indicare se il bambino prende latte a sufficienza.

    Di solito, nei primissimi giorni, quando assume colostro – limitato in quantità ma dalle preziosissime qualità – il neonato bagna soltanto 1 o 2 pannolini nel corso delle 24 ore. Appena arriva il latte, in genere verso il terzo o quarto giorno, il bambino comincerà a bagnare 5 o 6 pannolini al giorno (6/8 se si tratta di pannolini di stoffa). (Un modo semplice per capire quanto pesa un pannolino bagnato consiste nel versare da 2 a 4 cucchiaiate d'acqua in un pannolino pulito.)
    A partire dai primi giorni e anche per diversi mesi, inoltre, la maggior parte dei bambini si scarica da 2 a 5 volte nelle 24 ore, anche se alcuni bambini hanno scariche più abbondanti e meno frequenti già intorno alle 6 settimane.

    Se il bambino dorme molto, non poppa almeno ogni 2 o 3 ore ed è tendenzialmente sonnolento potrebbe essere necessaria una visita dal pediatra, per verificare che non stia rischiando la disidratazione per carenza di latte.

    Ecco altri segnali utili per capire se il bambino prende latte a sufficienza:

    • Il bambino poppa di frequente, in media da 8 a 12 volte nelle 24 ore.
    • È il bambino a decidere la durata della poppata, che può durare da 10 a 20 minuti per parte o più.
    • Mentre poppa, senti il rumore che produce mentre deglutisce.
    • A partire dal quarto giorno di vita, dovrebbe aumentare da 140 a 220 grammi a settimana.
    • Il bambino è vigile e attivo, ha un aspetto sano, un bel colorito, la pelle soda, cresce in lunghezza e la sua circonferenza cranica aumenta.

    L'atto dell'allattamento non si riduce alla mera quantità di latte di cui si nutre il bambino, come scoprirai tu stessa fin dal primo momento in cui tieni il tuo bambino tra le braccia. L'allattamento è calore, nutrimento e amore materno tutto insieme.

    Capire se il bambino sta poppando a sufficienza è una delle cose più importanti che una neo-mamma può imparare.

    Per qualsiasi dubbio tu abbia a riguardo, consulta il pediatra.

    Se dopo aver controllato il numero di pannolini e di scariche e l'aumento di peso, è effettivamente necessario aumentare la produzione di latte, puoi leggere la sezione dedicata a come incrementare la produzione di latte.

    Se il bambino non cresce o perde peso, contatta il pediatra: nella maggior parte dei casi puoi trovare una soluzione intervenendo sulla gestione dell'allattamento, ma talvolta il mancato accrescimento è sintomo di un disturbo.

    Puoi approfondire questo argomento contattando una Consulente de La Leche League e consultando le pubblicazioni de La Leche League, reperibili presso le Consulenti o scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Cos'è il colostro?

    Il seno produce il colostrodurante la gravidanza e nei primi giorni di allattamento.

    Il colostro è un latte speciale, denso e appiccicoso e il suo colore varia dal giallo all'arancio. È povero di grassi e ricco di carboidrati, proteine e anticorpi per aiutare tuo figlio a mantenersi sano. È estremamente facile da digerire e dunque è perfetto come primo alimento del neonato. È scarso in quantità (misurabile in cucchiaini piuttosto che in decine di ml) ma di elevato contenuto nutrizionale. Il colostro ha un effetto lassativo sul bambino: aiutandolo ad eliminare le prime feci, contribuisce all'espulsione dell'eccesso di bilirubina e aiuta a prevenire l'ittero.

    Se il bambino è allattato precocemente e spesso, il tuo seno comincerà a produrre latte maturo verso il terzo o quarto giorno dopo il parto (ma anche dopo). Gradualmente, il latte aumenterà in termini di quantità e comincerà ad apparire più liquido e di colore più chiaro (più opaco). In questi primissimi giorni è estremamente importante allattare il neonato almeno 8-12 volte nelle 24 ore (e più spesso è anche meglio), per consentire al bambino di ricevere tutti i benefici del colostro e di stimolare la produzione di un'abbondante quantità di latte maturo. L'allattamento frequente inoltre previene l'ingorgo.

    Il colostro fornisce non solo un nutrimento perfetto su misura per le esigenze del neonato ma anche una grande quantità di cellule vive che proteggeranno il bambino da molti agenti nocivi. La concentrazione di fattori immunitari è molto più alta nel colostro che nel latte maturo.

    Il colostro funziona come un vaccino naturale, sicuro al 100 %. Contiene notevoli quantità di un anticorpo chiamato immunoglobulina secretoria A (IgA) che è una sostanza nuova per il neonato. Prima di nascere il bambino ha ricevuto i benefici di un altro anticorpo, chiamato IgG, attraverso la placenta. Mentre l'IgG operava attraverso il sistema circolatorio del bambino, l'IgA lo protegge nelle parti del suo corpo più soggette all'attacco dei germi, come le membrane mucose di gola, polmoni e intestino.

    Il colostro svolge in particolare un ruolo molto importante nel tratto gastrointestinale del bambino. Gli intestini di un neonato sono molto permeabili. Il colostro sigilla i pori rivestendo come una vernice il tratto gastrointestinale e formando una barriera che previene al massimo la penetrazione di sostanze estranee e la eventuale sensibilizzazione del bambino agli alimenti consumati dalla madre.

    Il colostro contiene anche un'alta concentrazione di leucociti, ossia i globuli bianchi che distruggono batteri e virus che causano malattie.

    Nelle due settimane successive al parto, il colostro si trasforma gradualmente in latte maturo. In questa fase di transizione, la concentrazione di anticorpi nel latte diminuisce ma parallelamente il bambino prenderà sempre più latte. Le proprietà immunitarie del latte materno non scompaiono con il colostro. Anzi, finché il bambino riceverà il tuo latte, riceverà anche protezioni immunitarie contro un gran numero di virus e batteri.

    La capacità dello stomaco di un neonato

    Le mamme spesso si preoccupano sentendo che nei primi giorni dopo il parto producono "solo" piccole quantità di colostro: sarà sufficiente per il bambino? La risposta più diretta a questa domanda è che il colostro è l'unico alimento di cui un bambino sano e nato a termine abbia davvero bisogno.

    Ma perché?

    La capacità dello stomaco di un bambino nel primo giorno di vita equivale acirca 5-7 ml (per avere un'idea, pensa alle dimensioni di una biglia). I ricercatori hanno anche scoperto che lo stomaco di un bambino nel primo giorno di vita non è in grado di dilatarsi oltre, quindi il più delle volte il latte in eccesso viene espulso (rigurgitato). Il tuo colostro viene quindi prodotto nella giusta quantità per le prime poppate del bambino!

    Verso il terzo giorno di vita, la capacità dello stomaco del neonato aumenta, raggiungendo 1,8 – 2,5 grammi, circa il doppio di una biglia comune. Poppate brevi e frequenti assicureranno al bambino tutto il nutrimento necessario.

    Intorno al settimo giorno di vita, la capacità dello stomaco del neonato passa a 3,7 - 5 g, raggiungendo le dimensioni di una pallina da ping-pong. Oltre ad assicurargli il nutrimento necessario, poppate frequenti stimoleranno una produzione di latte adeguata alle sue esigenze.

    Puoi approfondire questo argomento contattando una Consulente de La Leche League e consultando le pubblicazioni de La Leche League, reperibili presso le Consulenti o scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.