Nel periodo immediatamente seguente al parto il bambino, quando poppa, stimola le contrazioni uterine: questo evita che la madre abbia grosse perdite di sangue e aiuta l'utero a tornare più rapidamente alle dimensioni originarie.

Questo aspetto, oltre al mancato ritorno delle mestruazioni (che per molte mamme può durare anche per l’intero allattamento) consente alla mamma di ricostituire le scorte di ferro e prevenire l’anemia.

Inoltre le donne che non allattano hanno un maggior rischio di cancro al seno e alle ovaie - i più influenzati dagli equilibri ormonali. Per il tumore al seno la letteratura parla chiaro: il rischio diminuisce del 4,3% per ogni anno di allattamento nelle donne che allattano rispetto a quelle che invece non allattano.

Grazie al particolare equilibrio ormonale allattare aiuta la mamma a prendersi cura del bambino (l’ossitocina è un ormone “altruista” e la prolattina un ormone “materno”).

Puoi approfondire questo argomento contattando una Consulente de La Leche League e consultando le pubblicazioni de La Leche League.