Non esistono cibi particolari che favoriscano la formazione del latte; questa è determinata dalla suzione del bambino. Il corpo della donna utilizza l’insieme degli alimenti consumati, integrandoli ad altri elementi nutritivi immagazzinati al suo interno, per produrre il latte. In effetti, ciò significa che il latte si forma sempre con componenti più o meno costanti, ma se la dieta della madre non è adeguata, in casi estremi, sarà lei a pagarne le spese. Si è visto che anche in condizioni al limite della malnutrizione, in paesi poveri, il latte prodotto dalla madre soddisfa comunque i bisogni del figlio per una crescita adeguata se l’allattamento è a richiesta. La stragrande maggioranza delle donne occidentali non ha problemi di questo genere.

In sostanza, si è visto che non si deve mangiare per forza alcun alimento in particolare (e nemmeno bere litri di acqua!), specie se si tratta di qualcosa a cui la mamma non è abituata o che non le piace. Praticamente tutti gli elementi nutritivi si trovano in vari tipi di alimenti e se non si consuma un alimento che contiene elementi importanti, si può ottenere lo stesso elemento da uno o più cibi alternativi. Quindi una dieta variata e bilanciata, in una donna sana, è importante non tanto per avere latte per il bambino quanto per non incorrere in carenze nella donna stessa.

In alcuni casi, per esempio, dove c’è un’intolleranza da parte della madre al latte e latticini, è bene che lei si assicuri un apporto adeguato di calcio da altre fonti nella propria dieta.

Per approfondimenti:

Bisogna bere latte per fare il latte?

Puoi approfondire questo argomento contattando una Consulente de La Leche League e consultando le pubblicazioni de La Leche League.