Roma, 11 marzo 2014 – Il 27 febbraio sul sito del Ministero della Salute è stato pubblicato un comunicato sulla Promozione dell’Allattamento, diffuso dal Tavolo Tecnico Operativo Interministeriale (di cui fa parte anche una Consulente de LLL Italia, quale rappresentante delle associazioni di volontariato che operano in Italia in questo settore). In tale Comunicato si sottolinea l’ingiusta cattiva fama che l’allattamento “di lunga durata” ha accumulato nel corso dei decenni, giungendo addirittura ad essere accusato di connotazioni negative sullo sviluppo affettivo e sociale del bambino, oltre ad essere osteggiato, ad esempio, presso gli asili nido di molte Regioni. Questo ha causato una diffusa colpevolizzazione, senza fondamento, della donna che allatta.

“Continuamente – recita il comunicato - vengono segnalate situazioni in cui la scelta della donna di allattare nel secondo anno di vita ed oltre è oggetto di colpevolizzazione se non addirittura di strumentalizzazione giudiziaria come accaduto per controversie in cause di divorzio” come nel caso riportato dal quotidiano la repubblica di oggi ((“Allattare il bimbo al seno oltre l'anno, stop tabu”).

Il documento rilasciato dal Tavolo prosegue elencando, al contrario, i benefici dell’allattamento anche nel secondo anno di vita (ed oltre) indicati dal Ministero della Salute, dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dalle Società scientifiche pediatriche.

Il Tavolo Tecnico ha concluso il Comunicato con tre messaggi molto espliciti (che è disponibile qui al link http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2113_allegato.pdf), uno per la società civile, uno per professionisti della salute e operatori degli asili nido ed uno per le donne che allattano e per le famiglie.

La Leche League, associazione che da 58 anni nel mondo e da 35 anni in Italia sostiene le donne che desiderano allattare,si dichiara lieta che a difendere l’allattamento ben oltre il sesto mese compiuto sia sceso in campo con fermezza il Ministero della Salute italiano, che raccomanda ai rappresentanti della società tutta di tutelare la buona reputazione dell’allattamento, superando i pregiudizi sull’allattamento “di lunga durata”, per sostenere invece le famiglie in questa loroscelta di salute.

Per contatti Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell 340 9126893 Per scaricare il comunicato in pdf clicca qui