In effetti, è molto più facile viaggiare con un bambino allattato al seno che non con uno nutrito artificialmente: la mamma che allatta non si deve preoccupare di mettere in valigia i biberon, il latte artificiale e tutto il necessario per la sterilizzazione. Il tuo latte è sempre pronto e sempre alla giusta temperatura, e il conforto dato dall'allattamento può ridurre lo stress che il bambino può provare trovandosi in luoghi che non gli sono familiari.

In aereo, cerca di allattare il bambino durante i decolli o gli atterraggi, per contribuire a ridurre la dolorosa pressione alle orecchie. Tieni un cambio completo per te e per il bambino nel bagaglio a mano, per correre ai ripari se le valigie non ti vengono consegnate subito all'arrivo - o nel caso in cui il pannolino non riesca a trattenere tutto il suo contenuto... Indossa una maglia o una camicia che ti faciliti l'allattamento. Una copertina o un foulard ti potranno aiutare a creare un po' di intimità anche in ambienti affollati. I viaggi aerei favoriscono la disidratazione, quindi bevi molta acqua e/o succhi.

Sappi che gli esperti in materia di sicurezza raccomandano che anche i bambini vengano assicurati alle cinture di sicurezza, come gli adulti. Inoltre, sostengono che anche in aereo i bambini dovrebbero mantenere agganciate le cinture di sicurezza per tutto il viaggio, così come in automobile. Molte mamme riescono ad allattare in automobile, pur indossando loro stesse le cinture. Se devi affrontare un lungo viaggio in macchina, non dimenticarti di calcolare un numero adeguato di soste per allattare. Non è sicuro (né consentito dal codice stradale) tenere il bambino in braccio in auto, specialmente sul sedile anteriore, ma anche su quello posteriore: molto meglio assicurarlo al seggiolino. Se ti chiede di essere preso un po' in braccio, fai una sosta. Se dorme bene in macchina, cerca di viaggiare di notte o durante i suoi sonnellini diurni.

Anche il più piacevole dei viaggi può risultare faticoso con un bambino: cerca di includere nel programma un buon numero di soste anche per rilassarti e sgranchirti un po' le gambe. E non dimenticare le tue esigenze: mangia bene, bevi molto e non stancarti troppo. Fai inoltre attenzione a che il bambino non sia troppo stanco o sovreccitato perché "manipolato" in modo eccessivo. Può anche darsi che desideri essere allattato più spesso del solito: è normale infatti che un bambino modifichi i suoi ritmi quando si trova fuori casa.

Porta con te i suoi giocattoli preferiti e anche qualche gioco nuovo, per intrattenerlo. Alcuni bambini, inoltre, dormono meglio in luoghi sconosciuti, purché con le loro lenzuola o la loro coperta (che hanno un odore e una "mano" familiare). Se sei ospite di amici o parenti che non sono troppo favorevoli all'allattamento, esercitati in anticipo ad affrontare le loro obiezioni. Puoi trovare qualche idea in proposito alla sezioe Come affrontare le critiche altrui: suggerimenti ed argomenti utili, oppure nel libro de La Leche League Allatti Ancora?

Altre fonti di informazione

L'arte dell'allattamento materno, la guida all'allattamento de La Leche League, disponibile in una nuova edizione italiana aggiornata e adattata.

Da mamma a mamma n. 74, 86

Puoi trovare i libri de La Leche League e abbonarti alle pubblicazioni periodiche presso una Consulente de La Leche League oppure scrivendo all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.