• Questa è una tecnica che potrebbe essere utilizzata per risolvere un ingorgo mammario, quando il seno è molto sensibile, il capezzolo è stirato e appiattito dalla tensione del seno, e la spremitura è molto difficile. Per utilizzare al meglio questa tecnica, è bene seguire le indicazioni passo dopo passo per non incorrere in spiacevoli scottature, possibilmente con l’aiuto di qualcuno. In alternativa si possono utilizzare il “massaggio a pressione” abbinato alla pressione dei polpastrelli a raggiera intorno al capezzolo (vedi Come si effettua la pressione inversa?)

    La Leche League Italia ha realizzato un Video per mostrare “il metodo della bottiglia”. Guardalo prima di provare.

    È necessaria la bottiglia giusta!

    • Di vetro, non di plastica;
    • Con capacità da 1 a 3 litri, ma non meno di 700 ml;
    • Con collo largo, affinché il capezzolo possa entrarci facilmente (ideale la bottiglia dove solitamente viene venduta la passata di pomodoro).

    Servono anche:

    • Una pentola d’acqua calda per riscaldare la bottiglia.
    • Acqua fredda per raffreddare il collo della bottiglia.
    • Un panno spesso per mantenere calda la bottiglia.

    Procedi in questo modo:

    • Versa un po’ d’acqua calda nella bottiglia per riscaldarla, poi svuotala e riempila quasi tutta con l’acqua bollente, ma non troppo in fretta per non rischiare di rompere il vetro.
    • Lascia l’acqua bollente nella bottiglia per qualche minuto, in modo che il vetro si riscaldi.
    • Avvolgi la bottiglia nel panno e versa di nuovo l’acqua nella pentola svuotando la bottiglia.
    • RAFFREDDA IL COLLO DELLA BOTTIGLIA CON ACQUA FREDDA, internamente ed esternamente (se non raffreddi il collo della bottiglia potresti ustionarti la pelle del capezzolo).
    • Appoggia il collo della bottiglia sul capezzolo, a stretto contatto con la pelle, così da ottenere una tenuta d’aria.
    • Mantieni la bottiglia ferma. Dopo qualche minuto si raffredderà ed effettuerà una delicata suzione che aspirerà il capezzolo nel collo della bottiglia.
    • Il calore stimola il riflesso dell’ossitocina ed il latte comincia a fluire ed a raccogliersi nella bottiglia. Mantieni la bottiglia ferma fino a quando il latte scorre.
    • Versa il latte, (non buttarlo via, mettilo in freezer!) e ripeti l’operazione, se è necessario, oppure fai la stessa cosa con l’altro seno.
    • Dopo qualche minuto il dolore acuto al seno dovrebbe cominciare a diminuire e la spremitura manuale oppure la suzione diventano possibili. È importante sapere che durante un ingorgo o una mastite ciò che rende duro il seno non è solo latte, ma anche molto liquido prodotto dall’infiammazione data dal latte che è rimasto lì troppo tempo, col risultato che oltre alle zone piene di latte in quel momento, ci saranno anche zone edematose, gonfie come una caviglia che ha preso una botta, e queste parti di liquidi comprimono i dotti da cui dovrebbe passare il latte e fuoriuscire.

    Puoi approfondire questo argomento contattando una Consulente de La Leche League consultando le pubblicazioni de La Leche League.

  • 1. Attaccare il bambino al seno  

    Un video del prestigioso Global Health Media Project (tradotto in italiano da LLL) che mostra perché un buon attacco sia fondamentale per il successo dell'allattamento.


     

    2. Il tuo bambino sta ricevendo abbastanza latte?

    Ecco un altro video del prestigioso Global Health Media Project (sempre tradotto in italiano da LLL): offre risposte ad una domanda che molte mamme si pongono: "Il tuo bambino sta ricevendo abbastanza latte?"



    3. Come spremere manualmente il latte dal seno


    4. Cosa fare per il dolore ai capezzoli


    5. Come trattare l’edema da montata lattea


    6. Il metodo della bottiglia

    ATTENZIONE!!! PRIMA DI APPOGGIARE AL SENO LA BOTTIGLIA SVUOTARE DALL'ACQUA E POI RAFFREDDARE IL COLLO E LA BOCCA DELLA BOTTIGLIA CON ACQUA FREDDA PER EVITARE USTIONI.


    7. Come costruire e usare un DAS, dispositivo di alimentazione supplementare

     


    8. Come agevolare un attacco efficace


     

    9. Ottenere il massimo dall'estrazione con il tiralatte


     

    10. Portare il tuo bambino pelle-a-pelle



    11. Nutrire il tuo bambino con un bicchierino

     

    Visitate il sito http://globalhealthmedia.org/videos/ e godetevi anche gli altri utilissimi video (in inglese... per ora!).